OLTRE LA STATISTICA

«Dal punto di vista di una teoria della scienza i recenti sviluppi della psicologia corrispondono in grandezza, ampiezza e carattere al passaggio in fisica dai concetti medievali di Aristotele a quelli moderni di Galileo. È uno di quegli avanzamenti che sono tipici in alcuni stadi dello sviluppo delle scienze e che riducono lo scarto tra una teoria ancora per metà speculativa e la realtà concreta in modo decisivo. Uno dei passaggi più impattanti di questo sviluppo è il fatto che la contrapposizione tra concetti universali ed eventi individuali è superata. Legge e singolo caso entrano in una relazione intima. Finora la rappresentazione del singolo caso poteva essere pensata come una semplice possibilità e la sua rappresentazione poteva essere valutata una mera curiosità. Solo una media di diversi casi sembrava avere un significato generale. Ma se uno considera anche il singolo evento come governato da leggi, si dovrà ottenere evidenza scientifica dal caso puro concreto e non dalle medie di un gran numero di eventi storicamente dati.»
[K. Lewin, Principles of Topological Psychology - 1936, McGraw-Hill]