NONOSTANTE UNA CERTA…

…erraticità (1), il Movimento 5 Stelle cerca una strategia squisitamente real-politica guardando ora a destra (come mostrano le alleanze Raggi e Appendino), ora a sinistra (2).

(1) I leader pentastellati spesso si stupiscono perché le loro proposte non vengano accolte «dagli altri». Ma perché dovrebbero, esattamente? Quale standard garantisce la superiorità di queste proposte — dal reddito di cittadinanza all’istruzione? Fare i turisti giapponesi non basta per governare un grande Paese (o anche solo la sua capitale). Ci vogliono i cronometri di precisione. Sennò le cose non cambiano, anzi possono addirittura peggiorare.

http://www.corriere.it/opinioni/17_gennaio_02/i-5-stelle-vogliono-governare-paese-come-turisti-giapponesi-a2db1212-d059-11e6-a287-5b1c5604d8ca.shtml
_____
(2) Una singolare convergenza si registra da tempo sulle frequenze a 5 Stelle. Riguarda i temi energetici e coinvolge in pieno la principale e storica associazione ambientalista italiana, Legambiente, in passato ritenuta di essere una costola della sinistra (e soprattutto del Pd).
[…]
Ora sulla cattedra grillina a spiegare quali impianti di stoccaggio dell’energia occorre prediligere sale nientemeno che il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini. Il quale non è affatto un estraneo negli ambienti del Pd: ospite frequente alle Feste Democratiche quando c’è da discutere di temi energetici, insieme ad altri EcoDem e allo stesso premier Paolo Gentiloni, Zanchini è stato firmatario dell’appello dell’appello “Il Pd che vogliamo”apparso su l’Unità ed Europa del 23 giugno 2009, salvo poi nel 2013 aderire al partito Green Italia lanciato dal senatore Roberto Della Seta.

http://formiche.net/2017/01/02/energia-i-5-stelle-legambiente/
_____
https://www.facebook.com/rassegna.ta.stampaquotidiana/