youth mentor, social researcher, learning specialist, author, neuro-educational specialist, counselor, HRD consultant, trainer, evaluative researcher








+39 366 1 40 50 36
research@armandotoscano.com


apprendimento efficace: avere piena padronanza delle teorie sull’apprendimento oggi, nella cosiddetta “società dell’informazione”, è essenziale, perché permette di distinguere tra formazione come pura formalità e formazione come investimento per un reale miglioramento. A tal proposito ho sviluppato un modello di apprendimento in contesti reali, il modello COMP.ASS., utile anche per la valutazione dell’efficacia formativa.

ricerca valutativa: la classica distinzione tra ricerca qualitativa e ricerca quantitativa non ha oggi più ragion d’essere; se la ricerca esce dalla torre d’avorio in cui è rinchiusa e si presta al servizio delle organizzazioni e delle persone, numeri e parole diventano i mattoni di una conoscenza sistemica e approfondita dei fenomeni. Questo è dunque la ricerca valutativa: uno strumento di pianificazione e riprogettazione efficiente.


youth mentoring: gli adolescenti oggi appaiono come delle casseforti inaccessibili, l’età in cui si rivendica un’autonomia dai genitori si è anticipata; spesso, però, rimane il dubbio che siano davvero in grado di cavarsela da soli come vorrebbero. Lo youth mentoring è un tipo di formazione che va in profondità nella relazione con l’adolescente e gli/le fornisce uno spazio per esprimersi ed elaborare le esperienze con maggiore autocoscienza.

innovazione delle metodologie di ricerca: l’attitudine al system thinking mi ha fatto avvicinare alle tecniche di modellizzazione dei sistemi complessi (organizzazioni, gruppi, comportamenti collettivi) e all’implementazione di metodologie di ricerca ibride.

NONOSTANTE UNA CERTA…

…erraticità (1), il Movimento 5 Stelle cerca una strategia squisitamente real-politica guardando ora a destra (come mostrano le alleanze Raggi e Appendino), ora a sinistra (2).

(1) I leader pentastellati spesso si stupiscono perché le loro proposte non vengano accolte «dagli altri». Ma perché dovrebbero, esattamente? Quale standard garantisce la superiorità di queste proposte — dal reddito di cittadinanza all’istruzione? Fare i turisti giapponesi non basta per governare un grande Paese (o anche solo la sua capitale). Ci vogliono i cronometri di precisione. Sennò le cose non cambiano, anzi possono addirittura peggiorare.

http://www.corriere.it/opinioni/17_gennaio_02/i-5-stelle-vogliono-governare-paese-come-turisti-giapponesi-a2db1212-d059-11e6-a287-5b1c5604d8ca.shtml
_____
(2) Una singolare convergenza si registra da tempo sulle frequenze a 5 Stelle. Riguarda i temi energetici e coinvolge in pieno la principale e storica associazione ambientalista italiana, Legambiente, in passato ritenuta di essere una costola della sinistra (e soprattutto del Pd).
[…]
Ora sulla cattedra grillina a spiegare quali impianti di stoccaggio dell’energia occorre prediligere sale nientemeno che il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini. Il quale non è affatto un estraneo negli ambienti del Pd: ospite frequente alle Feste Democratiche quando c’è da discutere di temi energetici, insieme ad altri EcoDem e allo stesso premier Paolo Gentiloni, Zanchini è stato firmatario dell’appello dell’appello “Il Pd che vogliamo”apparso su l’Unità ed Europa del 23 giugno 2009, salvo poi nel 2013 aderire al partito Green Italia lanciato dal senatore Roberto Della Seta.

http://formiche.net/2017/01/02/energia-i-5-stelle-legambiente/
_____
https://www.facebook.com/rassegna.ta.stampaquotidiana/