PROBLEMI DI GOVERNANCE…

…dell'industria Made in Italia stanno dietro alle dinamiche del capitalismo italiano (1), uniti a una radicata difficoltà nella negoziazione (2); le conseguenze ricadono sul prestigio della stessa Borsa Italiana (3).

(1) Questo è il frutto (amaro) di un capitalismo familiare italiano tanto geniale, in questo caso di talento e di successo cosmopoliti, quanto spesso incapace di superare l’ultimo miglio: dotarsi di una governance stabile all’altezza delle sfide che ha davanti. Luxottica, in estrema sintesi, partecipa con intelligenza a un grande progetto industriale e finanziario, ma paga il conto di essersi trovata nelle condizioni di non avere un manager forte per guidare la società nei prossimi anni.


http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/commenti-e-idee/2017-01-16/la-questione-irrisolta-capitalismo-italiano-224212.shtml?uuid=AET8HMB
_____
(2) L'avventura francese del gruppo Fincantieri che punta all'acquisizione della Stx e degli impianti navali di Saint-Nazaire ha riproposto all'opinione pubblica il tema del rapporto tra chi finalizza un'acquisizione all'estero e il territorio in cui è inserita l'azienda-preda.
[…]
Un giorno però l'Italia dovrà finire di lamentarsi di questo tipo di situazioni - di piangere sul latte versato, viene da dire - e dovrà sviluppare un modello negoziale ex ante con le multinazionali che comprano da noi. Perciò facciamo attenzione a come si muovono i francesi con Fincantieri e forse ne impareremo una.

http://dariodivico.tumblr.com/post/155952623216/italia-e-francia-il-caso-parmalat-e-i-cantieri-di
_____
(3) Queste tre scelte industriali, fatte da Tronchetti Provera, Pesenti e Del Vecchio, delineano ancora una volta la difficoltà del capitalismo italiano di trovare, al suo interno, l’erede o gli eredi designati. Solo Carlo De Benedetti di fatto ci è riuscito distribuendo quote e poteri tra i tre figli (Edoardo, Marco e Rodolfo). Il caso di cronaca oggi più eclatante, perché tutto da definire, è quello della famiglia Berlusconi.
[…]
In tutte queste partite familiari a rimetterci, soprattutto nei casi Pirelli, Italcementi e ora Luxottica, è soprattutto Borsa Italiana che continua a perdere appeal e soprattutto aziende di spessore e rilievo, amplificando sempre più l’immagine di listino secondario, tanto più che a breve perderà pure Parmalat, dopo l’opa totalitaria della famiglia francese Besnier.

http://formiche.net/2017/01/17/luxottica-mediaset-pirelli-italcementi/
_____
https://www.facebook.com/rassegna.ta.stampaquotidiana/